L’inizio, con döit

Il due giugno i primi ospiti. Tre mesi dopo, e senza fretta, il progetto döit – Turismo e Cultura sta piano piano prendendo forma per abitanti e viaggiatori che ricercano tranquillità tra i banchi di queste nebbie, i saliscendi, la natura, i colori e le folate di nostalgia comunque gentili, per un tempo senza tempo. Una casa per le persone che custodiscono un’arte, che hanno voglia di fermarsi a raccontare una storia e dove, le abilità si incontrano nelle diversità.

Di cosa abbiamo bisogno? “Luce autentica e non artificiale”, la nostra identità, miserie e qualità, di cui dobbiamo esserne consapevoli per saper raccontare le cose semplici, le nostre unicità. Come faceva il nonno, quando fin da piccolo mi portava al suo campo messo a coltura. Così che prima di cominciare il lavoro stava per qualche secondo in silenzio, ad osservare e a respirare quella natura. Poi, si chinava, afferrava una zolla e mostrandomela diceva: “la senti? Rispettala e amala questa terra e lei ti darà un buon raccolto.”

Questo cercheremo di fare in questa casa, con il nostro B&B, con i progetti e le collaborazioni che proponiamo.

döit – Turismo e Cultura – no one excluded